In Europa dove è più difficile vivere per le persone con disabilità?

Secondo i dati di 34 Paesi europei le persone con disabilità sono più esposte al rischio povertà

Nell’Unione europea vivono circa 101 milioni di persone con qualche forma di disabilità. Si tratta del 27% della popolazione europea di età superiore ai 16 anni, pari a poco più di un adulto su quattro. Queste persone devono affrontare diverse forme di disuguaglianza.

La Commissione europea chiede standard di vita dignitosi per tutte le persone con disabilità. Ciò include una vita indipendente, servizi sociali e occupazionali di qualità, alloggi accessibili e inclusivi, un’adeguata protezione sociale, formazione continua e un’economia sociale rafforzata.

Ci sono diversi aspetti da considerare per confrontare la condizione delle persone con disabilità in Europa. Le differenze socioeconomiche tra persone con e senza disabilità sono particolarmente significative: diversi indicatori evidenziano il notevole divario nei confronti delle persone con disabilità. Analizziamo questi divari socioeconomici.

Cosa si intende per disabilità?

Secondo Eurostat la disabilità si riferisce principalmente alle limitazioni nello svolgere determinate attività a causa di problemi di salute in un periodo di almeno sei mesi. Le persone con disabilità sono quelle che hanno almeno una difficoltà nelle attività di base, come vedere, sentire, camminare, ricordare e così via. Secondo Eurostat la percentuale di persone con una qualche forma di disabilità varia notevolmente all’interno dell’Ue: si passa dal 14,6% in Bulgaria al 38,4% in Lettonia (i dati si riferiscono al 2022).

×

Ciao!

Per comunicare con il nostro operatore devi prima salvare nella tua rubrica il numero
+39 375 5044777

× Scrivici su WhatsApp!
Skip to content